Nexus TLC incubata da 012factory cede il 35% a RDR Spa

 

L’Open Innovation si conferma come uno dei processi determinanti per la crescita dell’innovazione in Italia.

Dopo l'operazione per il convertendo Seed per il Sud con Cdp Venture Capital di Nexus TLC, 012factory Spa Società Benefit ha partecipato anche alla conclusione del nuovo accordo della propria incubata per le parti di TAX e Accounting.

La Pmi innovativa ha ceduto il 35% del capitale sociale a RDR SpA, azienda di Torre del Greco, in provincia di Napoli, tra le massime espressioni nel settore del ciclo integrato delle acque.

Nexus si occuperà quindi della parte di Ricerca e Sviluppo di RDR, lavorando a soluzioni innovative per la Spa per monitoraggio e controllo da remoto della gestione aziendale, guardando anche a elementi sostanziali come sicurezza, efficienza e sostenibilità.

Si tratta di una realtà nata a Napoli nel 2014, che sviluppa sensori e prototipi per il monitoraggio e il controllo in remoto della sicurezza, dell’efficienza e della sostenibilità delle aziende. È specializzata nei campi dell’ICT e delle TLC, e ha una solida preparazione in ambito elettronico, informatico, sistemistico, di App e tecnologie web, con un focus particolare sull’IoT (Internet of Things).

Siamo soddisfatti di questa operazione, dice Francesco Serino, CEO di Nexus. La pandemia ha cambiato alcuni paradigmi. Nel senso che prima eravamo più conosciuti al di fuori della nostra regione. Probabilmente il Covid e le conseguenti restrizioni hanno portato molte persone e altrettante aziende a guardarsi intorno nel proprio territorio. Abbiamo riscontrato così una crescita importante e un incremento dei rapporti con grandi realtà campane come RDR. La cessione del 35% del capitale sociale è la conseguenza di una sinergia cresciuta sempre di più, che parte sicuramente dal settore del ciclo integrato delle acque ma che ci interessa anche per il percorso comune che potremo costruire anche in altri ambiti di sviluppo.

Pensiamo che l’Open Innovation sia la strada italiana per fare innovazione, spiega Sebastian Caputo, CEO di 012factory. Siamo felici di aver partecipato attivamente per con una nostra incubata, anche perché si tratta di un’operazione davvero rara nel Sud Italia. Serino e il suo gruppo sono stati illuminati nell’aver aperto il capitale a investitori terzi, e questo consentirà a Nexus di continuare a crescere e ad ampliarsi.


Pubblicato da: Admin
Categoria: