VI Academy imprenditoriale 012 Factory MODULO 1 | Passione



Si parla di Passione. Speakers: Mario Raffa | Luca Palermo | Fortunato Salviati @ 012 Academy 10 Maggio | Academy imprenditoriale 012 Factory MODULO 1 | PASSIONE
Ci siamo! L’Academy prende vita. Tutto parte dalla persona: cos'è ci spinge a creare un’impresa? Una forza interiore che ci guida e ci fa investire sul nostro talento. La realtà spesso parte da una sfida personale. In una parola, PASSIONE. Competenze umanistiche e professionalità legate alla persona sono sempre più richieste nell’ambito delle imprese innovative. Si comprende sempre più quanto la passione sia un motore per fare la differenza. Una testimonianza del fatto che mescolare i linguaggi - grazie all’incontro tra talenti che hanno background diversi - sia fondamentale per fare impresa. Speakers: Mario Raffa | Luca Palermo | Fortunato Salviati Mario Raffa Mario Raffa, già professore ordinario di Ingegneria Economico-Gestionale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, ha ricoperto tra le altre, le cariche di Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale (dal 1995 al 2002), Direttore del DIEG – Dipartimento di Ingegneria Economico-Gestionale (dal 2000 al 2005), Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Ingegneria Economico-Gestionale (16°-18° ciclo), responsabile scientifico di ODISSEO, Osservatorio sull’innovazione tecnologica e l’organizzazione. Dal 2003 al 2008 è stato Direttore della Start Cup Federico II; nel 2007 Direttore scientifico del PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione. La sua attività di ricerca – per la quale ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali riguarda le piccole imprese innovative, le relazioni di subfornitura, l’organizzazione industriale, l’imprenditorialità. È autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali. È componente del board editoriale di numerose riviste, nazionali ed internazionali tra cui «Small Business/Piccola Impresa», «Journal of Purchasing and Supply Management», «Journal of Small Business Management». Dal 2016 è ECSB Fellows (primo italiano ad essere insignito di tale carica dall’European Council for Small Business and Entrepreneurship) per meriti nel campo della ricerca/insegnamento nell’imprenditorialità. Luca Palermo Storico dell’arte, classe 83, dal 2010 le sue ricerche si sono rivolte allo studio della public art, argomento su cui è stato incentrato il progetto di ricerca del suo dottorato, conseguito nel gennaio 2014. Dal 2011 è Cultore della Materia e assistente alla cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea del dipartimento di Lettere e Beni Culturali della SUN, svolgendo attività di ricerca a livello nazionale ed internazionale e attività didattiche e curatoriali. Ha svolto attività di ricerca e didattica presso alcune delle più prestigiose università americane: University of California Los Angeles (UCLA) (2006), University of Michigan (2012), Pratt Institute, New York (2013). Collabora con gallerie d’arte contemporanea campane per la cura e l’allestimento di mostre. Fortunato Salviati Inizia il suo apprendistato a dodici anni, presso le sartorie di Vincenzo Attolini, di Angelo Blasi e di Silvio Savarese; apre il suo primo laboratorio a diciotto anni nella via Lungo Teatro Nuovo di Napoli. Dal 1965 per circa quarant'anni il suo atelier sarà nella Galleria Umberto I; negli anni Settanta viene nominato vice presidente del Circolo Mediterraneo dei Sarti e "delegato alla moda", ruolo previsto per la selezione degli abiti da presentare in manifestazioni ufficiali, tra cui il "Festival della Moda Maschile di San Remo". Nel 1975 nell'ambito della Settimana della Cultura Italiana, organizzata dall'Associazione Italia-Urss, Salviati partecipa alla sfilata organizzata a Bakù e nel descrivere il successo riscosso ricorda che Napoli a quei tempi era la prima città italiana a fare moda maschile nell'Unione Sovietica. Nel 1980 Salviati viene nominato presidente del Circolo Mediterraneo dei Sarti, carica che ricopre tutt'ora insieme a quella di delegato regionale dell'Accademia Nazionale dei Sartori; di recente ha ricevuto la nomina a commissario nel Concorso nazionale "Forbici d'Oro”. Durante la sua carriera vince diversi concorsi: il Gran premio moda partenopea nel 1969 e il primo premio regionale Forbici d'Oro, ottenuto in due edizioni. La diffusione dell'uso del borsello, accessorio molto in voga negli anni Settanta, gli consente di portare avanti la rivoluzionaria eliminazione delle tasche da abiti e cappotti, che di fatto guadagnano linee più attillate.

Categoria: ,